English (UK)Italian (IT)

Fitopatie

FITOPATIE

fitopatie_4GLI ASPETTI NORMATIVI

La legislazione, sia Nazionale che Europea ed Internazionale, è precisa in materia di certificazione fitosanitaria del materiale vegetale, per prevenire l’espansione delle infezioni, evitare i danni e far fronte alle emergenze.
Adeguarsi a tale normativa non è solo un obbligo, ma una responsabilità da assumersi nell’interesse della produzione di qualità. Sono inoltre previsti controlli e sanzioni di grande impatto sugli inadempienti.

L'IMPATTO AMBIENTALE

I trattamenti fitosanitari non sono solo costosi economicamente, ma causano danni all’ambiente ed alla qualità della produzione. L’uso degli agrofarmaci è ora rigidamente regolamentato a livello europeo.
A norma del D.L. 214/2005, più di 4 trattamenti/anno con agrofarmaci provocano la revoca del marchio BIO sulla produzione.

IN ITALIA
solo qualche esempio

Vite: GFLV; ArMV; GLRaV1-2-3; GVA; GVB; GFkV (DM 24/06/08); Flavescenza D. (DM 21/05/00).
Drupacee: PPV (DM 28/07/09); AP (DM 23/02/06); PD, ESFY (DM 31/01/96); E. amylovora (DM 27/03/97)